Gli Stati Uniti sono una grande nazione, tra le grandi potenze del mondo e ha differenza di altri stati la sua storia è molto recente.

Oggi l’America vive di grande prosperità  è la nazione più importante del mondo ed ospiti tantissimi immigrati o persone che attraverso  la domanda per la carta verde per gli Usa, dove ci aiutano esperti come lo studio legale Carlo Castoldi, permette di prendere la cittadinanza ed aiutare a far crescere il paese.

Il continente americano in principio era abitato da popolazioni che secondo alcuni studi provenivano dalle regioni dell’Asia e si stabilirono in Alaska e da lì a poco iniziarono a fiorire le prime grandi civiltà.

Nel corso degli anni si svilupparono le tribù dei Nativi Americani che avevano caratteristiche diverse fra di loro, ma erano contraddistinte per il loro rispetto per la natura e la sua creazione.

Scoperta dell’America e la nascita degli Stati Uniti

Una data fondamentale per gli Stati Uniti è sicuramente il 1492, quando Cristoforo Colombo partì da Lisbona con tre navi ed arrivo su quelle che erano le coste americane e da lì poco che iniziò la colonizzazione del continente Americano.

Negli Stati Uniti iniziò poi il periodo coloniale, durante il quale il territorio americano venne colonizzato soprattutto dagli Inglese, ma anche dai francesi nella parte del Nord e nel Canada, mentre nel sud si stanziarono gli Spagnoli.

Nel 1173 ebbe inizio un nuovo periodo per gli Stati Uniti, infatti, gli inglesi che avevano il potere sulla maggior parte delle regioni il 16 dicembre di quell’anno imposero la vendita diretta del te e questo portò moltissimi problemi ai coltivatori locali, che si riunirono in protesta nel famoso Boston Tea.

Dopo l’evento iniziò la guerra d’indipendenza che portò il 4 luglio del 1776 alla firma durante il secondo Congresso Continentale alla costituzione del nuovo stato degli Stati Uniti d’America.

A redigere la dichiarazione d’indipendenza fu Thomas Jefferson; ma per arrivare alla vera definizione della Confederazione Americana si dovrà aspettare il 17 settembre del 1887 quando i primi 13 stati confederati scelsero come primo Presidente degli Stati Uniti d’America, George Washington e da qui partì l’espansione verso ovest.

Uno dei periodi più turbolenti che anticipa la nascita della nazione è quella della guerra civile che venne combattuta tra gli stati del nord e quelli del sud nel periodo che va dal 1849 al 1855, che si concluse con la sconfitta dei sudisti e l’inizio delle pratiche per l’abolizione della schiavitù in cui risulterà fondamentale Abramo Lincoln.