Come scrivere le partecipazioni di Nozze? L’organizzazione di un matrimonio richiede una grande dose di energia e di pazienza: tante cose a cui pensare con la fatidica data che si avvicina inesorabilmente, lasciando sempre meno tempo ai preparativi.

partecipazioni-matrimonio

Gli inviti sono una sorta di biglietto da visita del tuo grande giorno: informano gli ospiti sulla data e l’ora, ma danno anche un’anticipazione sullo stile dell’evento. Per questo la decisione di cosa scrivere sulle partecipazioni di nozze acquisisce importanza e merita attenzione e cura di ogni dettaglio.

Vediamo assieme qualche consiglio utile per far sì che la scelta del testo e della forma delle partecipazioni non diventi uno stress, ma un’occasione per sbizzarrire la propria creatività.

Prima di tutto ci sono da considerare le tempistiche di invio: il Galateo dice che gli inviti dovrebbero essere recapitati agli ospiti almeno 3 mesi prima della data dell’evento, pertanto iniziate a pensarci per tempo!

Al contrario del biglietto, che può essere stampato, la busta con l’indirizzo del destinatario va scritta a mano. Ci sono tanti corsi e tutorial di calligrafia su YouTube, quindi mettete da parte ogni remora e cominciate l’opera.

Cosa scrivere sulla partecipazione

Veniamo al dunque: cosa scrivere nell’invito al vostro matrimonio? Partendo dalle basi, non devono ovviamente mancare il nome degli sposi, la data, il luogo e l’ora della cerimonia (in chiesa o in Comune) e del ricevimento successivo. Se poi il luogo è particolarmente impervio da raggiungere (come spesso succede!), è carina l’idea di inserire anche una piccola mappa con le indicazioni di massima da seguire.

C’è da ricordarsi poi di aggiungere un recapito al quale l’invitato può rivolgersi per confermare o meno la propria presenza, oltre che un limite di tempo per provvedere a farlo.

La partecipazione può anche includere il nome dei genitori della coppia, ad esempio: “Il signore e la signora Rossi sono lieti di annunciare il matrimonio della figlia Marta con Luigi Bianchi…”

Se si vuole seguire un approccio tradizionale nella stesura del contenuto è importante sapere che:

  • le partecipazioni sono scritte in terza persona
  • il nome dello sposo dovrebbe precedere quello della sposa
  • il luogo dovrebbe precedere la data e l’ora

Negli ultimi anni abbiamo però assistito alla tendenza di dare un tocco sfizioso e creativo alle partecipazioni di nozze, allontanandosi da uno stile formale e impostato.

Il matrimonio è infatti la celebrazione del sentimento che lega due persone, quindi è giusto che anche dagli inviti traspaia qualcosa sulla personalità della coppia. Un’idea è quella di inserire qualche verso di una poesia d’amore, una strofa della canzone preferita oppure una foto dei futuri coniugi. Si tratta di trovare un elemento distintivo che possa rendere le partecipazioni di nozze un prezioso ricordo da conservare.

La partecipazione: dall’idea alla carta

Una volta decisi i contenuti, per la realizzazione possiamo decidere di affidarci ad una tipografia di fiducia che darà spunti e consigli utili oppure, nel caso di un budget più ristretto. è interessante anche la soluzione di creare le proprie partecipazioni di nozze online, dato che sono molti i siti che offrono questo servizio a prezzi modici e con spedizioni rapide al proprio domicilio.

La scelta delle partecipazioni non è sicuramente semplice, in questa piccola guida su come scegliere le partecipazioni trovi una panoramica delle possibilità a tua disposizione. Il consiglio è quello di creare un collegamento tematico fra le varie componenti, dall’abito da sposa alla location, dagli inviti alle partecipazioni.

Il fai da te nelle partecipazioni è consigliato solo a chi ha già esperienza in attività artistiche e tanto tempo a disposizione. Non bisogna dimenticare che la partecipazione ha l’importante ruolo di annunciare un evento di grande importanza per la tua vita, meglio quindi curarla con attenzione.