La necessità di fare qualcosa per le generazioni future diventa un bisogno sempre più impellente, soprattutto per le piccole realtà come i piccoli hotel o i bed & breakfast. Le ragioni che hanno spinto sempre più bed and brekfast a compiere delle scelte responsabili, dal punto di vista dell’impatto ambientale sono molte e tutte legate alla natura stessa di queste tipologie d’alloggio.

serbatoi acqua in pvc

serbatoi acqua in pvc

1) Consumi più limitati. Ragione per cui, attuare qualche sistema virtuoso per risparmiare energia o consumare meno acqua permetterà un risparmio diretto sull’economia complessiva del b & b. Una piccola struttura ricettiva, con un fabbisogno energetico limitato e consumando molta meno acqua di un grande albergo, nel momento in cui intraprende un percorso di consumo consapevole, potrà ottenere dei risultati più immediati.

2) Filosofia di business. Essendo questi alloggi solitamente gestiti da una famiglia, la scelta di politiche sostenibili, volte a ottimizzare le risorse a disposizione, non fa altro che migliorare l’appeal che hanno i clienti nei confronti dei proprietari della casa in cui andranno a dormire. Pensare ad un b&b che si disinteressi dell’effetto serra o di altri problemi ecologici, come lo spreco dell’acqua, non farebbe altro che danneggiare l’immagine positiva che gli utenti hanno nei confronti di questi luoghi in cui trascorrere brevi soggiorni.

3) Ottima pubblicità. Il caso di un investimento di questo tipo, assumere delle decisioni più responsabili in materia di sprechi d’energia e consumo critico può essere facilmente spendibile anche a livello commerciale. La difesa dell’ambiente potrebbe essere un’ottima cartina tornasole per le casse di un piccolo luogo dove pernottare. Leggere delle recensioni online in cui si parla positivamente di come utilizzassero serbatoi per raccogliere l’acqua piovana e riutilizzarla nei campi agricoli rappresenta una ragione in più per apprezzare quel posto ed aumentare l’interesse del pubblico più “green”.

Avere un terreno a disposizione non significa necessariamente avere la possibilità di organizzare un orto e offrire ai propri clienti delle gustose colazioni e cene con i prodotti provenienti dal lavoro agricolo. Le grandi quantità d’acqua necessarie per mantenere in vita un orto d’estate, scoraggiano diversi proprietari di b&b a compiere questo tipo d’investimento.

Installando dei preziosi serbatoi idrici, alimentati con acqua piovana, sarebbe molto più facile sostenere, anche in termini finanziari, un progetto di questo tipo.

Raccogliere l’acqua proveniente dalle piogge

Uno dei metodi più semplici per recuperare l’acqua che cade da cielo, durante le stagioni più piovose, permetterà di ottenere un’ottima riserva d’acqua anche nei periodi più secchi. In alcune zone d’Italia, pensiamo ai b&b della provincia di Agrigento o Cagliari, il fenomeno della siccità minaccia la sopravvivenza di numerosi campi agricoli a conduzione più o meno famigliare.

La mancanza dell’acqua diventa pertanto un problema economico, impedendo a piccoli nuclei famigliari di accedere a preziosi introiti legati al consumo e alla vendita dei prodotti provenienti dalla terra.

Serbatoi in polietilene per b&b

Sono moltissime le strutture d’alloggio che utilizzano le famose cisterne blu della Cordivari per accumulare l’acqua della pioggia e quindi impiegarla per nutrire i terreni agricoli e coltivare ortofrutta.

Si tratta di un sistema estremamente semplice da organizzare, in grado di far risparmiare ingenti quantità di risorse idriche. Parliamo di serbatoi per acque in pvc molto resistente e ad alta capacità. Questi bidoni di raccolta per le acque sono fabbricate di varie dimensioni. I serbatoi di acque piovane più impiegati dai b&b di media grandezza sono quelli da 1000 litri. Sono sufficienti 3 bidoni da 1000 litri per accumulare notevoli quantità di acqua ed avere un certo ritorno anche sul piano economico, soprattutto nel caso la struttura non disponesse di pozzo artesiano.

Esistono sul mercato numerose tipologie di mini cisterne, anche se la principale discriminante resta nel materiale utilizzato per costruirle. Questo potrà essere acciaio inox o polietilene, a seconda che si cerchi una migliore conservazione dell’acqua, soprattutto per paura della legionella, o un serbatoio più duttile, magari costruito con una forma particolare, necessario in caso di impiego interno e di poco spazio disponibile.