I modi per risparmiare energia elettrica per la tua casa sono diversi, ma qui proveremo a spiegare 3 gesti facili e comodi per farlo senza rinunciare a chissà cosa in casa.

1) Prestare attenzione alle luci lasciate accese in casa

Questo primo consiglio che sentiamo di dare è quello forse più scontato. Lasciare una luce accesa in una stanza capita a chiunque. La maggior parte delle volte per mancanza, ovviamente, di attenzione. In virtù proprio di ciò, consigliamo di provare a prestare più attenzione a questo particolare. Le prime volte, magari, sarà molto più complicato accorgersene ma, vi garantiamo, che anche psicologicamente, una volta abituatisi a spegnere le luci nelle stanze in cui non si è presenti fisicamente, diventerà un accorgimento praticamente automatico.

Senza contare, poi, tutti coloro che lasciano luci normali della casa accese di proposito. Chi perché pensa che una luce accesa faccia ambiente, chi perché preferisce avere una casa sempre illuminata sia fuori che dentro (non solo gli interni, ma anche luci nel giardino ad esempio), chi, invece, preferisce, semplicemente dormire con le luci accese. Errori molto comuni che portano, a fine mese, un aumento dei costi delle bollette energetiche. Ma per limitare tutto questo, in realtà, basterebbe davvero poco. Come, ad esempio, comprare delle luci apposite, fatte per restare in funzione durante la notte senza spendere una fortuna (quelle per i bambini, per intenderci).

Le lampade LED, o comunque quelle a risparmio energetico, poi sono preferibili alle lampadine tradizionali. Il risparmio è presto servito e la differenza può essere anche immediata sulla bolletta del mese, o bimestre, successivo.

2) Occhio al tuo pc!

Al giorno d’oggi è praticamente impossibile non trovare un pc in una casa. Che sia fisso o che sia portatile, il computer è diventato uno strumento indispensabile quasi quanto qualsiasi altro elettrodomestico (lavatrici, lavastoviglie, frullatori, spremiagrumi). Ma quanto può incidere un computer sulle spese della bolletta energetica a fine mese? Se non si presta la dovuta attenzione può influire non poco. La prima cosa da fare è impostare un salvaschermo di pochi secondi o, in alternativa, di toglierlo direttamente e far in modo che lo schermo del computer si spenga completamente. Tutto sommato è un capriccio estetico (il salvaschermo) per il quale si può fare tranquillamente a meno.

Con alcuni pc c’è la possibilità di attivare lo spegnimento automatico se dopo un tot non vengono utilizzati (esempio 1 ora o più).

In linea di massima, poi, quello che ci pare giusto sottolineare è che un computer fisso consumi più energia in confronto a un computer portatile che non necessita di corrente continua per funzionare.

3) La tv accesa ti aiuta a dormire? Ma quanto fa bene alla tua salute e alla tua casa?

Lasciare accesa la tv la notte quando si dorme è un’usanza più diffusa di quello che si voglia far credere. Dormire con la tv accesa tutta la notte, che ci fa compagnia non fa però per nulla bene alla nostra salute, tanto meno alla nostra bolletta della luce.

Facile! Per quanto possiate pensare il contrario, un rumore continuo e le onde emesse dall’apparecchio in funzione, non giovano in nessun modo al nostro regolare riposo notturno. Può capitare di svegliarsi più stanchi di prima o con addirittura forte emicrania. Senza parlare poi di quanto ci costa! Una tv accesa tutta la notte vuol dire circa 8 ore, minimo, di attività continua e questo pesa e come sull’utenza elettrica. Ma c’è una soluzione anche per questo. Oramai tutte le tv sono dotate di un programma che permette lo spegnimento automatico dell’apparecchio. Dunque basterà impostarlo e al mattino vi ritroverete con la tv spenta e magari con qualche soldo in più a fine mese.

Per saperne di più visita il sito: Bolletta-Energia.it