Era un po’ che ci pensavo, c’ero stato già altre volte, ma la voglia di tornare a londra almeno per un weekend era troppo forte. Cosi mi sono messo al computer e ho cominciato a spulciare una serie di siti che fanno offerte sui già convenienti voli low cost Londra. Cosi, dopo circa una mattinata di ricerche tra date e weekend liberi, ho trovato la data giusta è ho prenotato il mio volo andata e ritorno da Roma a Londra. Il giorno prima della partenza preparo le mie cose da portare e, biglietto alla mano e zaino in spalla, vado a visitare la capitale Inglese: la città della Regina.

londra

Londra

Arrivato all’aeroporto di Londra Stansted, pensavo di noleggiare un auto. Però mi sono ricordato della guida a sinistra e cosi ho optato per il bus che dallo scalo aereo mi ha portato fino alla stazione centrale di Londra.

Una volta arrivato, mi sono potuto muovere liberamente per la città utilizzando la più famosa metropolitana del mondo. Questo dedalo di gallerie si estende sotto tutta la città, raggiungendo anche le parti più periferiche. Questo ti permette di poter visitare comodamente il Big Bang, che dalla sua austera altezza scandisce il tempo di questa città tutta “british”.

Da li mi sono spostato lungo il Tamigi e, attraversando uno dei suggestivi ponti, mi sono ritrovato al cospetto del London Eye, una grandissima ruota panoramica che dalla sua altezza di 135 mt ti permette di godere di una vista fantastica.

British-Museum

Londra, British Museum

Finito il giro sulla ruota panoramica, che dura circa 30 minuti, riprendo la mia lunga camminata tra i corridoi della metropolitana e passando da una linea all’altra mi ritrovo al British Museum, il museo di storia più famoso d’Inghilterra. Tra le sue spettacolari mura e gli immensi saloni vi sono custoditi i maggiori reperti storici del nostro pianeta: da monili egiziani a reperti romani e dell’antica Grecia.

Una delle cose che più mi ha impressionato è stata la “Stele di Rosetta”. Questo grande monolite è una pietra con inciso un testo in due lingue (egiziano e greco), che è stato scritto usando tre metodi di segni: i geroglifici, demotici e greci.

Dopo la lunga visita al museo, ormai la giornata era trascorsa e quindi mi sono sposato a mangiare in uno dei tipici pub londinesi, dove mi sono concesso una pinta di birra inglese accompagnata da un bel piatto di Fish and Chips.

piccadilly-circus

Londra, Piccadilly Circus

Riprese le energie, dopo aver mangiato non mi rimaneva che rilassarmi in un bel quartiere colorato e ricco di locali particolari… non potevo non andare al quartiere di Soho, dove si trova una delle più famose e caratteristiche piazze di Londra: Piccadilly Circus.

La mia giornata a Londra si è conclusa passeggiando lungo le sue strade, facendo un po’ di shopping per portare a casa qualche ricordo di questo splendido weekend.