Un fuga dallo stress dai problemi quotidiani, un rifugio tra le Alpi per rigenerare corpo e mente. Il Trentino Alto Adige, con i riconosciuti poteri curativi delle sue acque termali, offre a chi è alla ricerca di una vacanza all’insegna del benessere e della salute un vasto ventaglio di offerte e di possibilità.

Un’alternativa allo sci o alle escursioni all’area aperta, infatti, può essere rappresentata proprio da un soggiorno benessere in uno dei tanti centri termali della regione. Una vacanza all’insegna del relax e della rigenerazione grazie alle virtù curative delle acque che sgorgano direttamente dal cuore delle Dolomiti, delle erbe, dalle piante e dei fiori officinali di cui sono ricche le valli.

Il Trentino Alto Adige offre centri termali esclusivi, alberghi dotati di Hamman, piscine termali, bagno turco, massaggi e trattamenti di ogni tipo. Trattamenti che si basano esclusivamente sull’utilizzo delle acque dolomitiche, ricche di minerali ed elementi naturali, utilissime per curare disturbi respiratori, cardiocircolatori e delle pelle.

terme-trentino

Terme nel Trentino

Preziosi alleati per la salute, ma, anche per la bellezza e la cura del corpo. Il circuito termale trentino conta ben otto attrezzatissimi centri termali in cui wellness e bellezza si coniugano in un mix unico di relax e benessere. Si tratta delle Terme di Levico e Vetriolo, Terme di Roncegno, Terme Dolomia, Terme di Comano, Terme di Rabbi, Terme di Pejo, Terme di Garniga e Terme Val Rendena Fonte S. Antonio. Ciascun centro è specializzato nel trattamento di patologie specifiche che vengono curate con metodi al 100% naturali.

Le Terme di Dolomia si trovano in Val di Fassa e sfruttano la presenza dell’unica sorgente di acqua sulfurea della regione.

Acque particolarmente indicate per la cura dei disturbi allo stomaco e all’apparato respiratorio. In Valsugana si trovano, invece, le Terme di Levico e Vetriolo che sono arenicali-ferruginose e sono particolarmente indicate per i disturbi del sistema nervoso e come antiossidanti. Le terme di Roncegno sono famose per l’acqua arsenicata utilizzata per cure omeopatiche e fitoterapiche. Ai piedi del Monte Bondone si trovano le Terme di Ganiga che sfruttano la ricchezza di erbe officinali come Arnica, Tarassaco e Pulsillata per i caratteristici bagni d’erba, vero toccasana per la cura dei reumatismi. Un vero e proprio elisir di bellezza per la pelle è, invece, l’acqua delle Terme di Comano, ricca di bicarbonato di calcio e magnesio.

Sfruttano le virtù della Fonte di Sant’Antonio, invece, le Terme Val Rendena a Caderzone. Si tratta di un’acqua particolarmente indicata per curare disturbi digestivi e dell’apparato urinario. Ben tre le sorgenti che confluiscono nello stabilimento termale di Pejo situato nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio. Si tratta della Fonte alpina oligominerale, dell’Antica Fonte ferruginosa e della Nuova Fonte effervescente. E infine c’è l’acqua delle Terme di Rabbi, tanto amata dalla Principessa Sissi e utilizzata per i disturbi circolatori, digestivi e per le malattie reumatiche.

Un’offerta ricca e variegata che si adatta a tutte le esigenze con tipologie di soggiorno tra cui poter scegliere pensate per rispondere alle esigenze di tutti i tipi di visitatori, dai soggiorni di una settimana ai pacchetti week-end benessere.