Il mondo del giardinaggio e della botanica ospita migliaia di piante e arbusti di tipo diverso, ognuno con le proprie caratteristiche, i propri utilizzi, le proprie peculiarità. Ogni pianta ha inoltre un proprio utilizzo. Per abbellire e decorare le ville, i parchi, i giardini privati e pubblici, spesso si usano le piante ornamentali, meravigliosi esemplari che permettono di creare aiuole e giardini colorati.

Ma come si utilizzano queste tipologie di piante e dove si possono comprare? Oggi vedremo assieme una grande quantità di consigli riguardanti l’utilizzo di queste piante.

piante-ornamentali-da-giardino

Quali sono le piante ornamentali?

Prima di vedere come usarle e dove acquistarle, forse è il caso di analizzare e ripassare le loro caratteristiche. Questa tipologia di piante si distingue dalle altre per i colori e le forme, che le rendono perfette per essere utilizzate come decoro e abbellimento nei parchi, prati, giardini e terrazze.

Ne sono un esempio le orchidee, o Hydrangee, i garofani, i gerani, i tulipani e le ninfee.

Dove Comprarle

I posti dove comprare piante ornamentali sono diversi, e la loro scelta dipende dall’uso che ne dobbiamo fare e da chi le compra. Il primo luogo che ci viene in mente, quando dobbiamo comprare piante, alberi o arbusti, è sicuramente un vivaio, come può essere Greggio Vivai, all’interno del quale si trovano centinaia di specie diverse, perfette per decorare i propri spazi verdi.

Alcuni vivai, però, vendono soltanto a grossisti o professionisti del settore che acquistano una grande quantità di piante in una volta sola. Nonostante questo si trovano centinaia di piccoli vivaisti che vendono piante di ogni tipo anche a privati.

Le piante possono essere acquistate anche online, ad esempio sugli e-commerce, e a volte potrai acquistare piante e arbusti addirittura su Amazon.

Come usarle

Per prima cosa, quando si progetta la decorazione di uno spazio verde, bisogna pensare a quali piante ornamentali acquistare, poiché non tutte andranno bene per quello che abbiamo in mente. Per prima cosa è importante valutare il clima nel quale dobbiamo impiantare le nostre piante, e ovviamente le condizioni del terreno, dell’esposizione alla luce e della compatibilità con piante di tipo diverso.

Ogni pianta ha infatti le proprie caratteristiche ed è più o meno adatta a diversi tipi di clima, livelli di umidità e via discorrendo.

In seconda analisi si deve fare una scelta di tipo soggettivo, ovvero scegliere le specie che più ci piacciono e che meglio si adattano al contesto nel quale stanno venendo inserite. Quando avremo fatto questo dovremo assicurarci che le piante scelte si prestino all’ambiente nel quale vengono inserite: un’aiuola richiede infatti piante diverse rispetto al viale di ingresso di un parco.

In Italia vengono utilizzate, spesso e volentieri, una limitata lista di piante da abbellimento, nonostante le specie possibili siano migliaia. Fra queste compaiono le mimose, i quali fiori da tipo aroma e dal colore giallo canarino sono noti a tutti, grandi e piccini, il glicine, una pianta rampicante che durante la primavera si tinge di bianco e lilla, e il rododendro, del quale ne esistono decine di specie diverse.