Cagliari è una delle località più importanti e più belle della Sardegna perché sintesi perfetta tra città e paesaggi marini favolosi, vita notturna e infrastrutture per servizi e imprenditori. In questi anni Cagliari sta vivendo un lungo “rinascimento” urbano con la riqualificazione dei suoi tesori archeologici e paesaggistici, migliorando tramite l’amministrazione della città le sue capacità di accoglienza e attrattive turistiche dandosi di fatto un volto nuovo e giovane rispetto al passato, che nel caso della città “capitale” della Sardegna continua a essere presente in ogni dove lungo le sue strade. 

Scoprire cosa visitare a Cagliari online e documentarsi

cagliari

Cagliari

Di recente stanno emergendo numerose guide su internet che parlano proprio di come conoscere e godere al meglio la città di Cagliari, andando a parlare di ogni località interessante o piccola particolarità della città; un sito web che continua a evolversi in questo senso è il piccolo blog CosavedereaCagliari.altervista.org che racconta nelle sue pagine web la così detta “Cagliari segreta” e suggerisce ai visitatori nuove località da visitare e piccole particolarità interessanti. 

Piccoli scorci di una Cagliari nuova e antichissima 

Per fare alcuni esempi di cosa visitare a Cagliari si parte anzitutto dalla zona più caratteristica e ricca di storia: il quartiere di Castello, un piccolo agglomerato urbano che sorge difeso da mura e bastioni proprio al centro della città marittima e che con i suoi monumenti e piazze storiche ha ancora quel tipo di spirito vivace e autentico che racchiude dentro sé la vecchia Cagliari e le sue tradizioni; una delle cose più belle da fare è sicuramente andare a godere il panorama sulla città vista mare la notte al Bastione, dove si può ammirare il panorama meraviglioso nel mentre in cui si sorseggiano bibite locali (come la ormai famosa birra Ichnusa) o dove si può persino ballare il tango la sera.

Altri luoghi sempre nel quartiere sono il museo civico, situato all’interno dell’antica armeria in cittadella ma anche la torre dell’elefante, la torre di San Pancrazio o l’anfiteatro romano, l’antica villa di Tigellio. Altri luoghi dove andare in città sono senz’altro la lunghissima passeggiata sul porto e sul lungomare, costeggiata da imbarcazioni e strutture turistiche, per terminare nella storica basilica aragonese di Bonaria.

Dalla marina di Bonaria è stata inaugurata un’immensa pista ciclabile che conduce sino alle spiagge della città come il Poetto o Calamosca e che possono portare anche alla misteriosa “Sella del Diavolo”, un piccolo (grande) parco naturale situato su un monte di fronte al mare dove sono presenti i resti di antiche fortezze spagnole, piccole spiagge, ex batterie antiaere della seconda guerra mondiale e persino resti punici e nuragici (antichissimi!).

Altre zone di Cagliari che non vanno dimenticate sono la Mediateca del mediterraneo, il duomo ed il parco naturale di Molentargius (percorribile in bicicletta).

Cagliari non finisce qui, c’è ancora tanto da scoprire!

In realtà Cagliari nasconde ancora tanti luoghi e tanti misteri che possono interessare chiunque voglia andare a scoprire questo luogo particolare d’Italia ma conserva anche tante attività meno “culturali” ma sicuramente divertenti come i corsi di kitesurf (entusiasmanti e movimentati), i classici tour in barca con aperitivo o per fare snorkeling, le immersioni subacquee, la pesca sportiva, il cibo tipico e la vita notturna nel quartiere della Marina e nella zona di Piazza Yenne. Un’ultima cosa? Sapevate che Cagliari ospita la più grande necropoli punica del mediterraneo? Si chiama Tuvixeddu e raccoglie tantissime tombe antiche!